Vai al contenuto

6. Numerali

Numeri cardinali

Unità 10 e oltre 20 e oltre 30 e oltre
0 siro 10 (un) des 20 du des 30 tri des
1 un 11 des un 21 du des un 31 tri des un
2 du 12 des du 22 du des du 32 tri des du
3 tri 13 des tri 23 du des tri 33 tri des tri
4 nelu 14 des nelu 24 du des nelu 34 tri des nelu
5 lima 15 des lima 25 du des lima 35 tri des lima
6 luka 16 des luka 26 du des luka 36 tri des luka
7 cheti 17 des cheti 27 du des cheti 37 tri des cheti
8 bati 18 des bati 28 du des bati 38 tri des bati
9 tisa 19 des tisa 29 du des tisa 39 tri des tisa
Unità Decine Centinaia Migliaia
1 un 10 (un) des 100 (un) sento 1000 (un) kilo
2 du 20 du des 200 du sento 2000 du kilo
3 tri 30 tri des 300 tri sento 3000 tri kilo
4 nelu 40 nelu des 400 nelu sento 4000 nelu kilo
5 lima 50 lima des 500 lima sento 5000 lima kilo
6 luka 60 luka des 600 luka sento 6000 luka kilo
7 cheti 70 cheti des 700 cheti sento 7000 cheti kilo
8 bati 80 bati des 800 bati sento 8000 bati kilo
9 tisa 90 tisa des 900 tisa sento 9000 tisa kilo

Numeri più grandi seguono la stessa logica.

10.000 = un des kilo
100.000 = un sento kilo
1.000.000 = un mega
10.000.000 = un des mega
100.000.000 = un sento mega
1.000.000.000 = un giga

I numerali più grandi di cento sono presi dalThe numerals that are greater than one hundred are borrowed from Sistema internazionale di unità di misura (SI). Sono usati nella terminologia scientifica di tutto il mondo.

Prefisso Simbolo Base 10 Decimale
kilo k 10³ 1.000
mega M 10⁶ 1.000.000
giga G 10⁹ 1.000.000.000
tera T 10¹² 1.000.000.000.000
peta P 10¹⁵ 1.000.000.000.000.000
exa E 10¹⁸ 1.000.000.000.000.000.000
zeta Z 10²¹ 1.000.000.000.000.000.000.000
yota Y 10²⁴ 1.000.000.000.000.000.000.000.000

Numeri cardinali davanti al sostantivo

La quantità può essere espressa con i numerali e con altri quantificatori. Questi vanno posizionati davanti alla parola o al sintagma che quantificano.

un sing – una stella
du sing – due stelle
tri sing – tre stelle
kam sing – poche stelle
poli sing – molte stelle

un dai kursi – una grande sedia
du dai kursi – due grandi sedie
tri hau kursi – tre buone sedie

Numeri ordinali

I numeri ordinali sono costruiti con la particella me.

  • un me – primo
  • du me – secondo
  • tri me – terzo
  • nelu me – quarto
  • lima me – quinto
  • luka me – sesto
  • cheti me – settimo
  • bati me – ottavo
  • tisa me – nono
  • des me – decimo

Sono posizionati prima del sostantivo che modificano, come normali aggettivi.

un me fen – la prima parte
du me fen – la seconda parte
tri me fen – la terza parte

Anche le parole per 'precedente', 'prossimo', 'primo' e 'ultimo' usano la stessa particella.

pre 'prima, precedere' → pre me 'precedente'
pos 'dopo, seguire' → pos me 'prossimo, seguente'
shuru 'cominciare' → shuru me 'il primo'
fine 'finire' → fine me 'l'ultimo'

I numeri ordinali precedono i numeri cardinali.

un me tri kupa kafe – le prime tre tazze di caffè

I numeri ordinali dopo il sostantivo

Un altro modo di costruire i numeri ordinali è posizionare il numero cardinale dopo il sostantivo.

fen un – parte prima (la prima parte)
fen du – parte seconda (la seconda parte)
fen tri – parte terza (la terza parte)

Classificatori di misura

Il classificatore di misura è una parola che compare tra un numerale e un sostantivo. Indica come l'entità indicata dal sostantivo viene misurata, contenuta o impacchettata. I classificatori di misura sono una classe di parole aperta, che include, tra gli altri, litre 'litro', metre 'metro', botle 'bottiglia', kupa 'tazza', pake 'pacco', pote 'vaso', saku 'borsa, sacco', tin 'lattina' tong 'botte, barile', van 'ciotola'.

du litre jus – due litri di succo
tri metre kable – tre metri di cavo
un kupa kafe – una tazza di caffè
du botle vin – due bottiglie di vino
tri saku patato – tre sacchi di patate
nelu tin limon jus – quattro lattine di limonata

Frazioni

Le frazioni sono formate con l'aiuto della parola fen 'parte'.

Le frazioni possono essere interpretate in due modi. Anzitutto la parola fen può essere interpretata come un classificatore di misura. Quindi, per esempio, du fen tri è interpretato come 'due parti di tre (parti)'. Oppure l'ultimo numerale può essere compreso come un numero ordinale che modifica fen. Dunque, per esempio, du fen tri è interpretato come 'due terzi'. Entrambe le interpretazioni portano allo stesso risultato, cioè che du fen tri sta per '2/3' in simboli matematici.

un fen du – un mezzo (½)
un fen nelu – un quarto (¼)
tri fen nelu – tre quarti (¾)
un fen sento – un centesimo, uno percento (1%)
un fen kilo – un millesimo, uno per mille (1‰)

Le frazioni sono connesse alla parte nominale attraverso de ('di').

un fen du de hor – un mezzo (di una) ora
lima des fen sento de jen – il cinquanta percento delle persone
du fen tri de keke – due terzi di una torta

Inoltre si segnala una struttura più lunga per costruire le frazioni. La struttura è X de Y fen ('X di Y parti').

un de du fen – una di due parti, un mezzo (½)
un de nelu fen – una di quattro parti, un quarto (¼)
tri de nelu fen – tre di quattro parti, tre quarti (¾)
un de sento fen – una di cento parti, un centesimo (1%)
un de kilo fen – una di mille parti, un millesimo (1‰)

Data e ora

Giorni della settimana

I giorni della settimana hanno il nome dei corpi celesti come nel sistema storico internazionale e includono la parola den ('giorno, 24 ore').

  1. lunaden – lunedì
  2. marisden – martedì
  3. merkurden – mercoledì
  4. mushinden – giovedì
  5. zukraden – venerdì
  6. shaniden – sabato
  7. solden – domenica

Mesi

I nomi dei mesi si formano partendo dal numero del mese preceduto dalla parola mes ('mese').

  1. mes un – gennaio
  2. mes du – febbraio
  3. mes tri – marzo
  4. mes nelu – aprile
  5. mes lima – maggio
  6. mes luka – giugno
  7. mes cheti – luglio
  8. mes bati – agosto
  9. mes tisa – settembre
  10. mes des – ottobre
  11. mes des un – novembre
  12. mes des du – dicembre

Formato data

I formati data usano il numero ordinale dopo il sostantivo. Il giorno, il mese e l'anno vanno ordinati dal periodo di tempo più lungo al più breve, cioè per primo il giorno e per ultimo l'anno o viceversa, per primo l'anno e per ultimo il giorno. Il mese è sempre al centro.

nen 2022 mes 9 den 17 ~ den 17 mes 9 nen 2002

Ci sono anche due formati brevi senza l'anno.

mes 9 den 17 ~ den 17 mes 9

Dire l'ora

L'ora si può esprimere con la parola hor ('ora'). Lo standard è l'orologio di 24 ore.

hor des du – le dodici
hor des du i tri des – le dodici e trenta, le dodici e mezzo
hor du des – le venti, le otto della sera
hor du des i des lima – le venti e quindici, le otto e un quarto della sera